Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Sabato 9 e domenica 10 settembre Roma, nello scenario “olimpico” del CPO Giulio Onesti, si sono tenuti i lavori di lancio del progetto Accademia Nazionale di Hockey. Per il responsabile federale, il Consigliere Pierpaolo Giuliani, il bilancio è più che positivo: “Come ho detto anche nel corso dell’incontro, la mia fierezza è nell’aver formato una squadra così compatta e coesa, con persone che hanno voglia di imparare, mettersi in discussione e applicare anche le nuove metodologie che sono state affrontare nel corso di questi due giorni, come, ad esempio, quelle della Hockey Heroes School ANH”, che si rifà alle metodologie di Horst Wein, “non è mancato entusiasmo, attenzione e partecipazione” da parte di tutti.

Importante il contributo del portoghese André Oliveira, Sport Academy and Education Manager della Federazione Internazionale, il quale “ci ha illustrato l’attività dell’International Accademy e ci ha riportato alcune importanti valutazioni sugli approcci educativi, oltre a ribadire l’importanza della diffusione dell’hockey in tutto il mondo. La Federazione Internazionale è fortemente focalizzata sul sostegno, soprattutto per ciò che riguarda la formazione dei tecnici, a tutti i livelli”.

Il responsabile tecnico nazionale, Patricio Mongiano, ha invece illustrato “il programma che dovrà essere attuato nelle singole realtà territoriale; un programma di lavoro comune” e ben strutturato.

A parlare di social media e del loro utilizzo è intervenuto Andrea Di Mambro, un professionista del settore: “Il suo contributo è stato molto utile e seguito, con l’obiettivo di far conoscere l’hockey e l’attività che viene svolta, che deve essere sempre coinvolgente”.

E adesso? “Adesso le società verranno contattate – conclude Pierpaolo Giuliani - e, grazie alla collaborazione con i SAR e i locali CR e DR FIH verranno individuate date e sedi delle giornate dell’Accademia, che si svolgeranno secondo le esigenze e le possibilità dei diversi territori”. Le giornate saranno quindi “calibrate con le esigenze e le attività locali: il progetto è partito, alcune potranno avere un impulso immediato altre un po’ più in là; questo rientra nell’elasticità che dobbiamo avere per confrontarci con la realtà, varia, presente sul territorio nazionale”.


(Nella foto, a sinistra Pierpaolo Giuliani, con il presidente FIH Sergio Mignardi e con il Direttore della Scuola dello Sport Rossana Ciuffetti)

 

 

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); JCEMediaBox.init({popup:{width:"",height:"",legacy:0,lightbox:0,shadowbox:0,resize:1,icons:1,overlay:1,overlayopacity:0.8,overlaycolor:"#000000",fadespeed:500,scalespeed:500,hideobjects:0,scrolling:"fixed",close:2,labels:{'close':'Chiudi','next':'Successivo','previous':'Precedente','cancel':'Annulla','numbers':'{$current} di {$total}'},cookie_expiry:"",google_viewer:0},tooltip:{className:"tooltip",opacity:0.8,speed:150,position:"br",offsets:{x: 16, y: 16}},base:"/",imgpath:"plugins/system/jcemediabox/img",theme:"standard",themecustom:"",themepath:"plugins/system/jcemediabox/themes",mediafallback:0,mediaselector:"audio,video"}); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });