Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Domenica 2 giugno, presso il Club Ciudad de Campana, in provincia di Buenos Aires, ha preso avvio la seconda sede della Accademia Nazionale Hockey Argentina, progetto organizzato dalla Federazione Italiana Hockey con il fine di creare un vincolo, attraverso lo sport, tra Italia e Argentina.

Oltre a coincidere con la Festa della Repubblica Italiana, festività molto sentita dalle collettività degli italiani all’estero, il 2 giugno si è celebrata anche la XVI GIORNATA NAZIONALE DELLO SPORT, manifestazione promossa dal C.O.N.I e dalla Farnesina, che dallo scorso anno prevede anche l’organizzazione di eventi sportivi nei paesi dove è presente un delegato CONI (Argentina, Brasile, Canada, Stati Uniti, Svizzera e Venezuela oltre a Cile ed Uruguay che rientrano sotto la delegazione argentina). Nel complesso si sono svolti una sessantina di eventi nel mondo, in 48 città, coinvolgendo 26 discipline sportive e la manifestazione di Campana, che rientrava nel programma ufficiale della giornata, è stato l’unico evento di hockey su prato.

Le due testimonial d’eccellenza, Victoria Corso ed Eugenia Garraffo, hanno contribuito a dare uno spessore internazionale alla giornata. Entrambe sono atlete italo-argentine che hanno giocato per la nazionale italiana di hockey: Victoria per ben 8 anni fino al 2010 ed Eugenia è ancora nel giro della nazionale avendo partecipato a luglio 2018 ai mondiali di Londra con la maglia azzurra. La loro presenza come allenatrici, oltre ad apportare un livello tecnico altissimo all’Accademia, ha trasmesso un messaggio simbolico molto forte di unione tra Italia ed Argentina attraverso lo sport.

Alla giornata hanno partecipato 96 giocatrici tra i 14 e i 19 anni di ben 7 scuole ed un club: la Dante Alighieri, la Holsters, la Escuela Rocca ed il Club Ciudad, tutte della zona di Campana. Inoltre per l’occasione sono venute in trasferta le quattro scuole paritarie italiane di Capital Federal che fanno parte della prima Accademia Nazionale Hockey Argentina di Vicente Lopez: la Cristoforo Colombo, il Centro Culturale Italiano, la De Amicis e la Manzoni.

Ben 12 tra allenatrici ed aiutanti hanno organizzato e gestito l’evento con l’aiuto, inoltre, di 8 alunni del CIEDA, un istituto di educazione fisica, che hanno fatto un’esperienza formativa durante la giornata. Le 96 atlete sono state divise per livelli: “iniziale”, per chi non aveva mai praticato questo sport, “intermedio” per chi lo praticava solo a scuola e “alto”, per chi praticava hockey anche in un club. Inoltre, una parte di campo è stata destinata ad un allenamento specifico per i portieri presenti, tra i quali anche Valentina Locascio che a soli 19 anni ha già fatto un’esperienza di gioco in Italia al Cus Torino ed è stata eletta miglior portiere under 21 di indoor della scorsa stagione. La prima ora e mezza è stata dedicata ad allenamento per stazioni, mentre nell’ultima ora si sono svolte 6 partite in modalità seven (7 vs 7).

Dopo il pranzo nella mensa del Club ci si è trasferiti tutti nello splendido salone del Club Ciudad che, grazie al Presidente Roberto Perez, ha ospitato l’evento. Innanitutto si è lanciato il concorso promosso dagli sponsor che hanno permesso la realizzazione della giornata: Sensaciones Turismo Expetur, High End Experts, Helena, Estilo Cardales e VSI sonido e che consentirà alle partecipanti di vincere bellissimi premi condividendo le loro foto della giornata su Instagram (#accademianazionalehockeyargentina).

Poi Victoria Corso, oltre a raccontare la sua esperienza in Italia e nella Nazionale, ha regalato splendide parole alle giovani atlete presenti sottolineando l’impegno, i sacrifici, i compromessi ed i valori che occorrono per raggiungere un obbiettivo nella vita e nello sport e mettendo anche in evidenza i valori che contraddistinguono uno sport di squadra rispetto ad uno individuale.

L’Area Manager dell’Accademia in Argentina, Andrea Pedemonte, ha poi preso la parola per spiegare il progetto ai presenti. La finalità dell’A.N.H.A. è quella di unire la comunità italiana presente in Argentina attraverso l’hockey e connettere questi giovani con i loro coetanei italiani che stanno realizzando lo stesso progetto. Dunque creare un vero ponte tra i due paesi grazie allo

sport. Infine, grazie alla sinergia tra l’Accademia e le scuole italiane, queste ultime potranno mettere a disposizione dei propri ragazzi anche un’ulteriore opportunità per consentire loro di svolgere in futuro un’esperienza in Italia in ambito sportivo. Attivando un percorso sportivo parallelo a quello educativo, si permetterà ai giovani di poter, un domani, partecipare ai campionati italiani. L’obbiettivo per il futuro è quello di creare una rete di diverse sedi dell’Accademia, in diverse località dell’Argentina, connesse tra loro e con le Accademie in Italia. Per questo la giornata del 2 giugno, che ha visto nascere la seconda Accademia dopo quella avviata a novembre scorso a Vicente Lopez, risulta particolarmente significativa.

E’ stato poi mostrato ai presenti il video di saluti inviato dall’Italia dal Presidente della Federazione Italiana Hockey, Sergio Mignardi, e quello delle atlete della Nazionale italiana in ritiro a Roma.

I ragazzi della Dante Alighieri di Campana oltre a portare le bandiere dei due paesi e far ascoltare gli inni nazionali di Italia e Argentina, hanno proiettato un bellissimo video della giornata realizzato durante la pausa pranzo.

Il progetto, come detto, è stato patrocinato dal Consolato Generale d’Italia a Buenos Aires. Ieri era presente alla manifestazione il Console Gianluca Guerriero che ha ricordato i valori e le origini della Festa della Repubblica Italiana e ha illustrato ai presenti la XVI Giornata Nazionale dello Sport. Ha voluto inoltre sottolineare l’importanza dei valori dello sport per la crescita dei ragazzi.

In conclusione si è giustamente ringraziato le due organizzatrici della giornata: Romina Deprati e Luciana Persano che con la loro enorme passione per l’hockey, il loro grande amore per l’Italia e la loro estrema professionalità, hanno realizzato questa bellissima giornata di sport.

 

 (inviato da Andrea Pedemonte)

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); JCEMediaBox.init({popup:{width:"",height:"",legacy:0,lightbox:0,shadowbox:0,resize:1,icons:1,overlay:1,overlayopacity:0.8,overlaycolor:"#000000",fadespeed:500,scalespeed:500,hideobjects:0,scrolling:"fixed",close:2,labels:{'close':'Chiudi','next':'Successivo','previous':'Precedente','cancel':'Annulla','numbers':'{$current} di {$total}'},cookie_expiry:"",google_viewer:0},tooltip:{className:"tooltip",opacity:0.8,speed:150,position:"br",offsets:{x: 16, y: 16}},base:"/",imgpath:"plugins/system/jcemediabox/img",theme:"standard",themecustom:"",themepath:"plugins/system/jcemediabox/themes",mediafallback:0,mediaselector:"audio,video"}); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });