Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

 

Italia-India, atto quarto. Due vittorie azzurre e un pareggio messi in archivio, con luci (tante, infortuni di gioco a parte, per le azzurre) e ombre per gli staff che lavorano alla definizione degli organici in vista dei futuri impegni internazionali. Il tecnico azzurro Fernando Ferrara è costretto a rinunciare a due giocatrici importanti, come Agata Wybieralska (in panchina, ma indisponibile) e Constanza Aguirre, che ieri - in azione di gioco - ha sofferto una frattura scomposta del secondo metacarpo che la terrà lontano dai campi per circa un mese. L'operazione tris (di vittorie) riesce alle azzurre, in rimonta, ancora grazie a una maggiore determinazione nei momenti topici dell'incontro, con un bilancio (esclusivamente) positivo e la vittoria nella “serie”, a prescindere dal risultato dell'ultimo match di venerdì. 

LA PARTITA. Indiane in campo decise a invertire la tendenza, dopo tre match nei quali la superiorità nel ranking non si è praticamente mai vista in campo. Le ragazze di Neil Hagwood ci riescono anche, nel primo tempo, grazie a una maggiore intensità e a un approccio migliore alla partita. Partenza sprint e gol già al sesto minuto, con Vardana che trafigge Martina Chirico con una bordata dal limite, dopo una difesa “leggera” che ha liberato al tiro la forte giocatrice indiana. India sugli scudi e un corto al tredicesimo minuto, senza esito, a suggello di una superiorità nella prima frazione di gioco, soprattutto sotto il profilo mentale.

Ferrara capisce che qualcosa non va e anticipa l'analisi tecnica durante la pausa, chiamando le ragazze a una reazione, nel gioco e nella mentalità, per ripetere, o almeno provarci, le prestazioni dei primi tre test match. Detto, fatto. Quella che torna in campo nel secondo quarto è tutta un'altra Italia: schemi e situazioni tattiche rodate in questi mesi di collegiale si materializzano, insieme alla voglia di vincere. Il “rombo” offensivo schiera Ronsisvalli più arretrata e Braconi in “prima linea”, per provare a bucare le Indiane sulle corsie esterne. Bastano quattro minuti per rimettere le cose a posto: sugli sviluppi di un “corto” il portiere indiano respinge la bordata della Tiddi, ma sulla ribattuta la più lesta è Macarena Ronsisvalli, che ribadisce in rete e pareggia il conto. Come accaduto ieri, il gol è una scossa per le Azzurre, che sfiorano il raddoppio al ventiduesimo proprio con Braconi, prima di mettere il sigillo alla ottima prestazione con una bella azione corale, finalizzata da Martina Lecchini, che mette a sedere Savita e appoggia in fondo alla rete . Due a uno e gestione della gara fino alla fine, nonostante le indiane provino una reazione, con la personalità di una squadra che cresce giorno dopo giorno. Reazione indiana che produce solo un paio di “mischie” in area italiana, senza conclusioni particolarmente pericolose da parte di capitan Ritu e compagne.

Sorrisi nello staff azzurro al fischio finale e grande soddisfazione del tecnico Fernando Ferrara: “Un tempo regalato alle Indiane, forse per un po' di appagamento dopo le vittorie nelle due partite precedenti, poi una ottima Italia, capace di ribaltare il risultato e portare a casa la terza vittoria in questa serie di test match. Volevamo vincere la serie già oggi, ma il risultato conta fino a un certo punto: è molto più importante l'atteggiamento delle ragazze, capaci di reagire con orgoglio e ordine, brave a mettere nel mirino risultato e prestazione. Mi mancava una giocatrice importante per i meccanismi difensivi come la Wybieralska, dovrò fare a meno di Aguirre per un po' di tempo, ma l'Italia dimostra, giorno dopo giorno, di crescere e di essere pronta alle sfide di altissimo livello che ci condurranno alle qualificazioni per le Olimpiadi di Rio 2016”.
Domani non si gioca; squadre di nuovo un campo venerdì mattina, per recuperare la gara solo iniziata lo scorso 4 dicembre.



Italia-India 2-1

Marcatrici
: Marcatrici: Vardana (IND) al 6', Ronsisvalli (ITA) al 19’, Lecchini (ITA) al 37’.

Arbitri: arbitri Galligani e Amorosini.


ITALIA
:12 Chirico (portiere), 17 Tiddi (capitano), 3 M. De Guio, 4 Mirabella, 31 Picallo, 8 Ronsisvalli, 18 Lovagnini, 29 Nogueira,15 Braconi, 10 Garraffo, 31 Lecchini. In panchina: 20 Freites, 41 S. Casale, 24 Pontet Brian, 13 Galligani, 5 G. De Guio, 19 Di Mauro. Non entrate: 21 Wybieralska ,22 Benvenuti.  Allenatore: Fernando Ferrara

INDIA: 11 Savita (portiere), 3 Deep Grace, 27 Sushila, 20 Ponnamma, 26 Sunita, 17 Deepika, 31 Lilima, 14 Ritu (capitano),1 Navjot, 15 Poonam, 16 Vandana. A disposizione: 21 Soundarya; 23 Jaspareet; 19 Namitta; 32 Manjit, 9 Lily; 30 Ritusha; 11 Savita (portiere). Allenatore: Neil Hawgood.

PROSSIMA PARTITA
Venerdì 12 dicembre: Italia-India (h. 10:30)

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); JCEMediaBox.init({popup:{width:"",height:"",legacy:0,lightbox:0,shadowbox:0,resize:1,icons:1,overlay:1,overlayopacity:0.8,overlaycolor:"#000000",fadespeed:500,scalespeed:500,hideobjects:0,scrolling:"fixed",close:2,labels:{'close':'Chiudi','next':'Successivo','previous':'Precedente','cancel':'Annulla','numbers':'{$current} di {$total}'},cookie_expiry:"",google_viewer:0},tooltip:{className:"tooltip",opacity:0.8,speed:150,position:"br",offsets:{x: 16, y: 16}},base:"/",imgpath:"plugins/system/jcemediabox/img",theme:"standard",themecustom:"",themepath:"plugins/system/jcemediabox/themes",mediafallback:0,mediaselector:"audio,video"}); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });