Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Un forte, fortissimo, temporale estivo ha impedito che ieri si disputasse, per intero, il primo dei tre test match previsti tra Italia e Svizzera a Mori. Si è infatti potuto giocare solo un tempo (chiuso sull’1-0 per gli elvetici per effetto di un gol su corner corto all’11) mentre oggi si disputerà regolarmente, stando alle previsioni, la seconda amichevole. Nuovamente con inizio alle ore 18:00. Domani l’ultimo test sarà invece anticipato (h. 17:00) dalla cerimonia di inaugurazione del nuovo campo di Mori: “All’inaugurazione saranno presenti autorità locali, il presidente FIH Luca Di Mauro, il segretario generale e alcuni consiglieri federali, ma anche alcune persone organizzatrici del Torneo della Pace”, dice Martina Marchiori, delegato regionale FIH del Trentino: “Per noi è un momento di grande orgoglio; organizziamo questa cerimonia in una cornice meravigliosa, con la nazionale italiana: non potevamo aspirare a nulla di più”. Il Torneo della Pace, cui accenna Martina, è un importante evento sportivo che, da circa vent’anni, porta a Mori squadre giovanili da ogni parte del mondo. Finora si era sempre dedicato alla pallamano e al calcio (e, per dare un’idea, basti pensare che l’anno scorso sono arrivate anche due squadre dal Brasile e dal Kuwait) ma per la prossima Pasqua gli organizzatori hanno deciso di allargarlo all’hockey femminile: “I responsabili del torneo sanno che l’hockey è una disciplina tra le più conosciute e praticate al mondo e per noi è un onore essere stati inseriti”. A proposito di Pasqua, in quella passata il “vecchio” impianto di Mori aveva già ospitato due squadre giovanili tedesche e inglesi, che hanno giocato contro i giovani del luogo: “Siamo a 10’ dal Lago di Garda” zona tradizionalmente di grande attrattiva per il turismo “e auspichiamo che il campo di Mori possa diventare un investimento lungimirante non solo per l’hockey ma per tutta la comunità”. L’acquazzone di ieri non deve ingannare; l’estate, qui, ha temperature che per chi fa ritiro, raduno o preparazione atletica sono semplicemente ideali: “Ci piacerebbe che il campo di Mori potesse diventare un punto di appoggio per le varie nazionali”, non solo quella italiana, “può essere un buon veicolo per il Trentino, per reperire risorse”. Ma non solo: “Auspichiamo che la presenza delle nazionali invogli a far venire i ragazzini al campo a giocare; può essere uno stimolo ad avere un movimento vivo; a Mori anni fa c’era femminile e vorremmo che tornasse ad esserci”. Il campo è di colore verde; l’esterno in blu. Il vecchio impianto, che era polifunzionale, è stato lasciato al calcio. Il nuovo è sorto proprio dove era stato fatto uno scavo per creare un campo di calcio, poi la destinazione è cambiata, “grazie all’aiuto e al contributo della Provincia di Trento, del Comune di Mori e, in parte minore, della Federazione Italiana Hockey” attori che hanno reso possibile questo nuovo, splendido impianto, realizzato in un contesto completamente immerso nel verde, perfettamente ecosostenibile (i moduli adiacenti sono tutti in legno) e che intende esserlo anche in futuro: “L’idea, domani, è fare una piccola clubhouse, ma sempre di legno, in stile molto naturale”. Per ora lo stadio si chiama Comunale “ma ci piacerebbe, nei prossimi mesi, dare un nome all’impianto”. Alla cerimonia di inaugurazione seguirà l’ultima partita tra Italia e Svizzera, “poi sul campo mangeremo con le squadre e con i simpatizzanti; faremo una grigliata e ci sarà anche un gruppo che farà musica. E i ragazzini che vorranno, nel frattempo, potranno giocare mentre si fa festa”. Sarà un bel momento per tutti.

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); JCEMediaBox.init({popup:{width:"",height:"",legacy:0,lightbox:0,shadowbox:0,resize:1,icons:1,overlay:1,overlayopacity:0.8,overlaycolor:"#000000",fadespeed:500,scalespeed:500,hideobjects:0,scrolling:"fixed",close:2,labels:{'close':'Chiudi','next':'Successivo','previous':'Precedente','cancel':'Annulla','numbers':'{$current} di {$total}'},cookie_expiry:"",google_viewer:0},tooltip:{className:"tooltip",opacity:0.8,speed:150,position:"br",offsets:{x: 16, y: 16}},base:"/",imgpath:"plugins/system/jcemediabox/img",theme:"standard",themecustom:"",themepath:"plugins/system/jcemediabox/themes",mediafallback:0,mediaselector:"audio,video"}); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });