HTML clipboard

Dal 15 al 17 gennaio 2010 si disputa ad Alemere, Olanda, il più importante torneo di Hockey Indoor del Continente.
Tra le Regine d’Europa c’è anche l’Italia di Roberto Da Gai.
Si disputa ad Almere, Olanda, tra il 15 e il 17 gennaio il più importante torneo Indoor maschile d’Europa, l’EuroHockey Indoor Nations Championships, che vede impegnata la Nazionale italiana insieme a Russia, Danimarca, Germania, Spagna, Austria, Repubblica Ceca e la stessa Olanda.
Un appuntamento importante per gli azzurri, che hanno iniziato la preparazione per lo scontro con le sette squadre più forti d’Europa, fin dai primi di gennaio.Allenarsi (e giocare) è stato, infatti, l’obiettivo della partecipazione dell’Italia al torneo “Messepokal” di Lipsia del 2 e 3 gennaio, con la vittoria finale andata alla Repubblica Ceca.
Combattiva, la nostra Nazionale ha prolungato la permanenza in Germania fino al 6 gennaio. Trasferitisi ad Amburgo, la Selezione azzurra, dopo un allenamento di due ore ogni mattina, ha disputato quattro altre amichevoli di altissimo livello.
Un benefico “tour de force” che ha consentito di far giocare ampiamente tutti i giocatori convocati, contro squadre di una Nazione (la Germania) dove l’Indoor è una realtà saldamente radicata nel territorio.
Saranno proprio i nostri atleti (inseriti nel girone - o Pool - A) a inaugurare l’apertura del torneo, venerdì 15 gennaio, alle 10.30, quando affronteranno la Russia campione d'Europa in carica.

L'allenatore della Selezione Italiana traccia un quadro dell'Europeo, a poche ore dall'inizio del Championships.
Quali sono le aspettative dell’Italia, per questo EuroHockey Indoor Nations Championships?

Roberto Da Gai: Per l’Italia è già un risultato giocare la Pool A, ovvero fare parte delle prime otto squadre più forti d’Europa. Il nostro obiettivo sarà la permanenza e al di là quello siamo coscienti del fatto che i primi 4 posti sono, in pratica, “bloccati”.

Tra i convocati ci sono due nomi nuovi: Matteo Moro, giovanissimo, e Daniel D’Angelo, italo-tedesco. Cosa si aspetta da queste due nuove risorse?
Sicuramente mi aspetto un grande entusiasmo. Mi auguro, ovviamente, che diano il loro contributo alla squadra con qualche giocata tecnica.

Cosa si aspetta, invece, dai giocatori più maturi ed esperti?
Mi aspetto che facciano quello che hanno sempre fatto e che so possono ancora fare, altrimenti non farebbero parte della squadra. Mi aspetto soprattutto costanza nell’impegno.

Quali sono gli avversari che l’Italia deve temere di più?
Beh il livello è davvero alto. Sono presenti solo squadre fortissime…

Quale, invece, potrebbe essere l’avversario alla nostra portata?
Forse la Danimarca. Sarà il campo da gioco, però, a dire la verità.

Tra Qualche giorno in Italia si disputerà il secondo concentramento di Indoor maschile. In qualità di allenatore della Nazionale Senior cosa vuole dire ai giocatori che disputeranno il torneo?
Personalmente mi auguro che il livello di gioco sia superiore a quello a cui abbiamo assistito nel primo concentramento a Bologna. Poi vorrei chiedere ai giovani di farsi notare.

Qual è la squadra che secondo lei è favorita e quale, invece, potrebbe rivelarsi una sorpresa?
Sicuramente la favorita è il Cus Bologna ma le sorprese, appunto, sono all’ordine del giorno.

In bocca al lupo a lei e ai suoi ragazzi!
Crepi, ne abbiamo bisogno.

Russia-Italia 5-5
La Nazionale Maschile di Roberto Da Gai centra uno storico pareggio con la Russia campione d'Europa in carica (3-3 il parziale al termine del primo tempo) nella partita inaugurale del torneo, valevole per il Girone A.
Le reti sono state realizzate da Massimo Lanzano (3, tutte su corner corto), Loris Perelli (rigore) e da Daniele Cioli, autore della segnatura del 5-5 finale nell'ultimo minuto di gioco.Alle 15.30 gli azzurri affrontano la Danimarca (diretta video su http://www.ecindoorhockey.tv/) nella seconda partita degli EuroHockey Indoor Nations Championships.

Italia-Danimarca 2-2
Secondo pareggio consecutivo per l'Italia Maschile, impegnata ad Almere (Olanda) negli EuroHockey Indoor Nations Championships.
Dopo il prestigioso 5-5 maturato in mattinata con i campioni in carica della Russia, la Nazionale di Roberto Da Gai ha concluso sul 2-2 la partita contro la Danimarca.
Passata in vantaggio con Loris Mapelli e raggiunta prima del termine della prima frazione dai danesi, nella ripresa l'Italia passava in svantaggio (1-2), ma riusciva a riequilibrare le sorti dell'incontro grazie ad una segnatura del giovane (classe '90), ma talentuoso Daniele Cioli.
Domani, sabato 16 gennaio, alle 10.05, l'Italia affronta la Spagna nell'ultima partita della fase a Gironi degli Europei.
Diretta video su www.ecindoorhockey.tv

A pochi istanti dal termine di Italia-Danimarca (2-2), parla Roberto Da Gai, allenatore dell'Italia.
“Abbiamo giocato una gran partita stamattina contro la Russia, campione d’Europa in carica, e volevamo vincere con la Danimarca, ma purtroppo non ci siamo riusciti, anche perché quando si gioca in Pool A, con le migliori d’Europa, non si incontrano mai squadre deboli. Il risultato, tra l’altro, è sostanzialmente giusto per quanto visto sul parquet, con due pali colpiti da ciascuna squadra. Domani (sabato) abbiamo la partita (fondamentale) con la Spagna. Sarà difficilissima: loro non sono quelli del Prato, ma rimangono una Selezione con una tradizione importante. Per quanto ci riguarda, ormai siamo qui e ce la giochiamo a testa alta”.

Spagna-Italia 6-1
Prima sconfitta per l’Italia nella seconda giornata degli EuroHockey Indoor Nations Championships in corso ad Almere (Olanda). Dopo i pareggi con la Russia campione d’Europa (5-5) e la Danimarca (2-2), nella terza partita del torneo gli azzurri di Roberto Da Gai hanno affrontato la Spagna, uscita vittoriosa per 6-1.
Gli iberici, tra le migliori formazioni d’Europa, sono saliti sul podio degli Europei di Santander nel 2003 (secondo posto) e di Eindhoven nel 2006 (terzo posto), mentre nell’ultima edizione, quella di Ekaterinburg (Russia) hanno concluso quarti, davanti proprio all’Italia (quinta).
L’Italia tiene un tempo (0-0) e per la terza volta consecutiva conclude la prima frazione in parità (era stato 2-2 con la Russia e 1-1 con la Danimarca). I secondi venti minuti di gioco, invece, mostrano una Spagna più determinata, sulle gambe e capace di mettere in mostra la classe dei propri talenti, che nella prima giornata degli Europei erano, invece, apparsi più opachi.
L’Italia torna nuovamente sul parquet nel pomeriggio.
Diretta video su www.ecindoorhockey.tv.

Italia-Repubblica Ceca 0-7
Dopo le gare contro Russia (5-5), Danimarca (2-2) e Spagna (ko per 1-6), gli azzurri si sono piazzati terzi nel Girone A, alle spalle di Russia e Spagna e davanti alla Danimarca.
Nel Girone B, invece, primo posto per l'Austria, davanti a Olanda, Repubblica Ceca e Germania.
La Pool C (che sancisce le due squadre – settima e ottava - destinate a scendere nel Trophy e le due – quinta e sesta - che otterranno la qualificazione ai Mondiali del 2011) è risultata quindi così composta:
Repubblica Ceca - Germania - Italia - Danimarca.
Alle 17.40 la Nazionale di Roberto Da Gai ha affrontato la Repubblica Ceca (che la settimana scorsa si è aggiudicata il prestigioso trofeo "Messepokal" di Lipsia) ed è incappata in una sconfitta per 7-0 (3-0 il parziale alla fine del primo tempo) in cui si è messo in grande evidenza il fuoriclasse Bernatek, autore di cinque segnature. Di Kindl e Vudmaska le altre reti ceche
Prima dell’Italia, erano scese in campo Danimarca e Germania, con i teutonici capaci di imporsi con un netto 9-0.
Domani, alle 11.05, la sfida dell’Italia con la fortissima Germania.

Germania-Italia 4-3
L’Italia Maschile chiude la sua esperienza negli EuroHockey Indoor Nations Championships di Almere (Olanmda) con il settimo posto finale e una sconfitta per 4-3 patita nell’ultima gara con la Germania.
Gli azzurri di Roberto Da Gai scendono in campo alle 11.05, dopo il termine della gara tra Repubblica Ceca e Danimarca, il cui risultato (11-5 per i cechi, alla fine sesti nel torneo) aveva già sancito la retrocessione dell’Italia nel Trophy e reso la gara con i teutonici, una sorta di semplice formalità.
L’Italia, tuttavia, è stata protagonista di una prova d’orgoglio, seppur opposta ad una formazione ampiamente superiore. Nel primo tempo Daniele Cioli, prima, e Devis Mapelli, poi, portavano la nostra Selezione sul 2-0. Successivamente si scatenava Tobias Matania per i tedeschi, che consentiva ai suoi di chiudere il primo tempo in vantaggio 4-2.
Nella ripresa l’Italia mantiene alta la concentrazione e si aggiudica la frazione con un parziale di 1-0 (gol di Daniel D’Angelo), ma i tre punti se li aggiudica la Germania (4-3) che chiude, così, al quinto posto finale.
L’Italia è settima, scende nel Trophy ed è prima riserva in vista del Mondiali di Poznam (Polonia) del 2011.
Questa la sequenza dei gol:

3' 1-0 Cioli
8' 2-0 Mapelli
10' 2-1 Matania (corner corto)
11' 2-2 Matania
14' 2-3 Matania (corner corto)
15' 2-4 Matania (corner corto)
28' 3-4 D'Angelo (corner corto)

bdsmcage.netkinkbdsm.orgbdsmcaning.netgangbangbdsm.com
jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); JCEMediaBox.init({popup:{width:"",height:"",legacy:0,lightbox:0,shadowbox:0,resize:1,icons:1,overlay:1,overlayopacity:0.8,overlaycolor:"#000000",fadespeed:500,scalespeed:500,hideobjects:0,scrolling:"fixed",close:2,labels:{'close':'Chiudi','next':'Successivo','previous':'Precedente','cancel':'Annulla','numbers':'{$current} di {$total}'},cookie_expiry:"",google_viewer:0},tooltip:{className:"tooltip",opacity:0.8,speed:150,position:"br",offsets:{x: 16, y: 16}},base:"/",imgpath:"plugins/system/jcemediabox/img",theme:"standard",themecustom:"",themepath:"plugins/system/jcemediabox/themes",mediafallback:0,mediaselector:"audio,video"}); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });