Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Continua la meravigliosa annata dell'HC Bra; la squadra piemontese, dopo una prima parte di stagione Prato fatta di sole vittorie e lo scudetto della Hockey Indoor League (il terzo consecutivo) centrato a Bologna  il 5 febbraio scorso, coglie un successo anche in campo Europeo: la promozione alla Pool B delle competizioni continentali per Club. Tanto vale, infatti, il secondo posto centrato a Budapest, dove dal 10 al 12 febbraio 2017 si è svolto l’Eurohockey Indoor Club Challenge I che ha visto i piemontesi di Petito sfoggiare (ancora una volta) un grande Nicholas Chiesa: dopo il titolo di Top Scorer centrato a Bologna, per il giovane centravanti giallonero in Ungheria sono arrivati 12 gol in cinque gare (Nicholas ha segnato in quattro di queste), che lo mettono alle spalle del solo Viktor Lockwood, in forza ai francesi del Ronchin, vincitori del Challenge. Un risultato di rilievo ancora maggiore se misurato con le assenze di Dallons e Perelli, per ragioni diverse assenti a Budapest e punti cardine, invece, nel roster che si era laureato campione d’Italia a Bologna giusto una settimana fa. L’Italia accede quindi alle competizioni Indoor Trophy per club; e sarà proprio il Bra a partecipare alla competizione, in virtù del successo maturato nella HIL 2016/17.

Abbiamo fatto una grande impresa sportiva – dice il presidente Pino Palmieri – perché a Budapest due tra i nostri giocatori più forti non c’erano e hanno giocato sempre gli stessi, con qualche piccola variante; credo che in termini di risultato sia una bella soddisfazione per l’Italia”, continua Palmieri, “e mi sento di ringraziare questo gruppo, composto dal portiere Stefano Ladini, dai fratelli Matteo e Andrea Moro, da Nicholas Chiesa, Marco Garbaccio e Richard Kotrc, con l’inserimento dei giovani  Gianluca Petito, Simone Ghiglia e Alessandro Giraudo, grazie anche ai tecnici Petito e Kotrc”. Presto, troppo, per parlare del Bra che il prossimo anno rappresenterà l’Italia nel Trophy: “Ci godiamo l’attimo felice”, dopo il successo in campionato e la promozione in Europa “e cerchiamo di chiudere la stagione come l’abbiamo cominciata: a maggio tireremo le somme”.

Congratulazioni arrivano anche dal presidente FIH Sergio Mignardi: “Complimenti a dirigenti, tecnici e giocatori dell’HC Bra. Siamo contenti perché sono risultati che danno prestigio all’hockey italiano; oltre al buon comportamento e alla considerazione che sta crescendo, questi successi aiutano il rilancio del nostro hockey in Europa. Stiamo mettendo su un sistema – chiosa il presidente FIH - per potenziare il valore tecnico dei nostri giocatori”.

 

(foto dalla pagina facebook "Eurohockey Indoor Club Challenge I M 10-12th February 2017 Budapest")

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); JCEMediaBox.init({popup:{width:"",height:"",legacy:0,lightbox:0,shadowbox:0,resize:1,icons:1,overlay:1,overlayopacity:0.8,overlaycolor:"#000000",fadespeed:500,scalespeed:500,hideobjects:0,scrolling:"fixed",close:2,labels:{'close':'Chiudi','next':'Successivo','previous':'Precedente','cancel':'Annulla','numbers':'{$current} di {$total}'},cookie_expiry:"",google_viewer:0},tooltip:{className:"tooltip",opacity:0.8,speed:150,position:"br",offsets:{x: 16, y: 16}},base:"/",imgpath:"plugins/system/jcemediabox/img",theme:"standard",themecustom:"",themepath:"plugins/system/jcemediabox/themes",mediafallback:0,mediaselector:"audio,video"}); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });