Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Sabato si è disputata la sesta giornata di questo emozionante campionato di hockey prato maschile 2013/2014.

Sempre più solo al comando il Bra che vince a Roma e approfitta anche del pareggio dell’Amsicora in casa nel derby con il Suelli. Ecco le parole del bomber cagliaritano Gabriele Murgia: “Dopo un primo tempo di studio da parte delle due squadre con poche occasioni da gol, c’è stato un secondo tempo molto vivace e di grande ritmo. Partita giocata ad armi pari. Per il Suelli vari corti tirati, un rigore parato dal nostro portiere e un gol segnato all’ultimo istante. Noi tante azioni sprecate in attacco, un solo corto, subito concretizzato. Un pareggio giusto”.

 

Sorprendente il campionato del Valverde che sfrutta alla grande il fattore campo e batte la Tevere Eur. Ce ne parla Alfio Giuffrida: “Una vittoria sofferta ma ampiamente meritata, voluta fortemente da una squadra composta e ordinata. Importante battere il Tevere, squadra di valore a dispetto della posizione che occupa. Sfida “infuocata” tra le 2 compagini, come da tradizione. 1-1 a fine primo tempo. Un gol contestato, per tocco di piede di un giocatore ospite, consente ai capitolini di sbloccare il risultato in contropiede con l’ex Rosario Villari. Risponde S. Mahmoud su corto. Ad inizio ripresa Ahmed Ali costringe il portiere Pompili all’intervento su un tiro da lontano, deviazione determinante (autorete) per il momentaneo 2-1. Il Tevere non s’arrende e pareggia con Ibrahim Sameh 2-2. La gara continua a dare emozioni ed il grande carattere degli etnei trascina al gol W. Mahmoud e Ali”.

Zona play-off anche per il CUS Cagliari a quota 8 punti dopo il pareggio nell’altro derby sardo con la Polisportiva Ferrini. Di seguito il commento di Davide Pischedda, giocatore cussino: “Partita dura e in bilico fino alla fine come ogni derby che si rispetti. Primo tempo a loro vantaggio mentre noi siamo usciti nella ripresa tenendo meglio il campo. Dopo i continui ribaltamenti di risultato (prima in svantaggio, poi in vantaggio, poi ancora sotto) penso che il 3 a 3 finale sia il risultato più giusto”.

Butterfly sconfitta in casa all’ultimo minuto dalla Bonomi: “Abbiamo disputato un'ottima partita oggi – afferma l’allenatore della squadra romana Gianluca Iaccarino - rimontando lo svantaggio iniziale tenendo ottimamente il campo. Il blackout avuto nei 5 minuti finali ha compromesso tutto, sono stati bravi loro a crederci fino alla fine. Sapevamo di avere una squadra molto giovane e anche gli infortuni continuano a perseguitarci, paghiamo la mancanza di esperienza nei momenti decisivi della partita e la rosa ristretta. Questi peró non possono essere alibi perché avevamo la partita in pugno e abbiamo sprecato tutto. Dobbiamo lavorare bene in settimana perchè sabato prossimo ospitiamo la Ferrini in casa e dobbiamo riscattarci subito”.

Esultano invece i ragazzi di Castello d’Agogna, come ci rivela il giovane Fabio Cavallini: “Una partita vinta col cuore, cosi definirei la sfida di sabato che si è risolta solo all'ultimo secondo in nostro favore. Match in cui non siamo ancora riusciti ad esprimere in pieno le nostre potenzialità, ma che ci dà un po' di morale dopo la nostra serie negativa (quattro sconfitte consecutive, ndr). Per noi è iniziata subito bene con un corner corto trasformato da De Witt verso il 15' del primo tempo; le azioni non mancano e prima della fine del primo tempo è il Butterfly a punirci siglando il pari. Nel secondo tempo il Butterfly ha un po’ più il controllo del campo, ma i suoi tentativi di andare in vantaggio sbattono contro i guantoni di un grande Padovani; il risultato sembra non schiodarsi dall’1a1 ma a otto dalla fine arriva il vantaggio romano. Noi ci riversiamo in attacco consapevoli di non avere nulla da perdere e veniamo premiati prima con un corner corto trasformato in gol ancora da De Witt e poi con Dellamea all'ultimo secondo che ci regala i tanto sperati tre punti”

Di Gianluca Bruno - www.olimpiazzurra.com

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); JCEMediaBox.init({popup:{width:"",height:"",legacy:0,lightbox:0,shadowbox:0,resize:1,icons:1,overlay:1,overlayopacity:0.8,overlaycolor:"#000000",fadespeed:500,scalespeed:500,hideobjects:0,scrolling:"fixed",close:2,labels:{'close':'Chiudi','next':'Successivo','previous':'Precedente','cancel':'Annulla','numbers':'{$current} di {$total}'},cookie_expiry:"",google_viewer:0},tooltip:{className:"tooltip",opacity:0.8,speed:150,position:"br",offsets:{x: 16, y: 16}},base:"/",imgpath:"plugins/system/jcemediabox/img",theme:"standard",themecustom:"",themepath:"plugins/system/jcemediabox/themes",mediafallback:0,mediaselector:"audio,video"}); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });