Martedì 31 luglio (a partire dalle 19:00 italiane) al Lee Valley Hockey and Tennis Center di Londra, l’Italia affronta l’India nello spareggio (o “crossover”) per determinare quale squadra affronterà l’Irlanda nei quarti di finale della Vitality Hockey World Cup femminile di Londra.

Le Azzurre di Roberto Carta, giunte a partecipare alla competizione a distanza di 42 anni dall’ultima volta (e alla prima storica ammissione, da che la competizione si gioca su base quadriennale) hanno chiuso al secondo posto il girone A. Un risultato eccezionale, se pesato con le posizioni di ranking, che davano l’Italia (17esima) come ultima forza dell’intera competizione; e invece l’Italdonne ha battuto 3-0 la Cina (ottava al mondo) e la Corea (nona), relegandole rispettivamente alla quarta e terza posizione in classifica: significa che la Cina ieri ha concluso il proprio Mondiale e sta già facendo ritorno a Pechino, mentre la Corea accede agli spareggi per i quarti di finale contro l’Inghilterra, oro olimpico in carica, seconda nel girone B e rivale che l’Italia evita grazie al secondo posto nel girone A, alle spalle delle marziane dell’Olanda. Le Orange, in tre partite, non hanno solo vinto, ma stravinto, segnando 26 gol in 180 minuti.

L’Italia si contende quindi con l’India (decima del ranking) l’accesso al quarto di finale, del quale si conosce già l’avversario: è l’Irlanda, sorprendente tanto quanto l’Italia, che da (teorica) “underdog” di un girone (rivelatosi subito molto equilibrato, il girone B) ha conquistato il primo posto grazie ai successi su India e Stati Uniti.

Per le azzurre, quindi, un’altra asiatica dopo Cina e Corea, ma non un avversario qualsiasi. Tanti i corsi e ricorsi tra Azzurre e Indiane negli ultimi anni, con la strada verso l’ambita qualificazione olimpica dell’Italdonne segnata proprio dal confronto con questa squadra. Nel 2012 un gol discusso diede alle nostre rivali il successo che ci negò l’accesso alla finale del torneo di qualificazione per Londra 2012; quattro anni più tardi (ed è ferita ancora fresca) nel Round 3 di World League di Anversa l’India vinse agli shoot-out una gara che poi garantì alla squadra di Ahrens il ripescaggio per Rio. Oggi sulla panchina siede il tecnico olandese Sjoerd Marijne e la leader è il capitano Rani (un cognome a dir poco “ricorrente”), che segnando agli Stati Uniti ha portato la sua squadra a questo ambito spareggio.

Per chi vince giovedì 2 agosto alle 21.15 (italiane) c’è l’Irlanda nei quarti di finale.

Roberto Carta: “La punizione subita con l’Olanda ci ha fatto capire che siamo in una élite dove non si può scendere in campo se non si lotta su ogni pallina. Ma questo ci servirà già dall’immediato, contro l’India. Siamo tra le prime dodici squadre al Mondo e tutte le partite saranno difficili, vanno giocate e combattute fino all’ultimo”. L’avversario di domani “è un’ottima squadra, con tecnica individuale e gioco di squadra, giocano compatte e fanno molta pressione: è difficile superarle; hanno una buona difesa e solo davanti hanno forse qualche problema, ma possono mettere in difficoltà chiunque e sono allenate da un bravo coach olandese che ha dato quel tocco di “squadra” che a loro mancava”. Per quanto riguarda il Mondiale delle Azzurre “sappiamo che è già un’impresa essere tra le prime dodici, ma daremo tutto per vincere e raggiungere i quarti. Le ragazze sanno che giocando unite ci sono buone possibilità di vincere”. E a tal proposito, come dice il portiere Martina Chirico, “siamo pronte per la nostra nuova battaglia”.

---

Lee Valley Hockey and Tennis Center (Londra)

Martedì 31 luglio (h. 19 italiane):

ITALIA-INDIA: crossover per la qualificazione ai quarti di finale di giovedì 2 agosto (h. 21.15) contro l’Irlanda

Per guardare in diretta live streaming gratuito Italia India vai su www.federhockey.it oppure clicca su DailyMotion: https://www.dailymotion.com/video/x6q4u4j


Dalla Federazione Internazionale arrivano intanto dati interessanti sul live streaming delle partite dell’Italia in chiaro su Dailymotion.com: 10.000 utenti unici a partita hanno assistito alle gare dell’Italdonne, facendo (finora) del nostro paese il “number 1 in viewing countries”.

---

Sito web ufficiale della manifestazione: http://fih.ch/events/world-cup/world-cup-2018/hockey-world-cup-london-2018-w

Scarica i tabellini, segui in tempo reale le gare e consulta tutte le statistiche del Mondiale: https://tms.fih.ch/competitions/869


VITALITY HOCKEY WOMEN’S WORLD CUP – LONDON 2018

Sede: Londra, stadio Lee Valley Hockey and Tennis Centre

Quando: dal 21 luglio al 5 agosto 2018.

Sedici le squadre ammesse (tra parentesi le posizioni del ranking mondiale): Argentina (3), Australia (4), Belgio (13), Cina (8), Corea (9), Germania (6), Giappone (12), India (10), Inghilterra (2), Irlanda (16), Italia (17), Olanda (1), Nuova Zelanda (5), Spagna (11), Sud Africa (14), USA (7).

La manifestazione è stata istituita nel 1974. Quella del 2018 è la 14esima edizione.

L’Olanda, con 7 Mondiali, è la squadra che ha vinto più volte il titolo; due i successi per Argentina, Australia e Germania Ovest.

bdsmcage.netkinkbdsm.orgbdsmcaning.netgangbangbdsm.com
jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); JCEMediaBox.init({popup:{width:"",height:"",legacy:0,lightbox:0,shadowbox:0,resize:1,icons:1,overlay:1,overlayopacity:0.8,overlaycolor:"#000000",fadespeed:500,scalespeed:500,hideobjects:0,scrolling:"fixed",close:2,labels:{'close':'Chiudi','next':'Successivo','previous':'Precedente','cancel':'Annulla','numbers':'{$current} di {$total}'},cookie_expiry:"",google_viewer:0},tooltip:{className:"tooltip",opacity:0.8,speed:150,position:"br",offsets:{x: 16, y: 16}},base:"/",imgpath:"plugins/system/jcemediabox/img",theme:"standard",themecustom:"",themepath:"plugins/system/jcemediabox/themes",mediafallback:0,mediaselector:"audio,video"}); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });