Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

In coda, copia della delibera 908/2013 dell'11 novembre – pervenuta stamani - approvata dal Consiglio Comunale di Firenze, avente per oggetto l’introduzione dello “IUS SOLI sportivo nei regolamenti delle varie discipline sportive in Italia”. Nel testo pervenuto da Palazzo Vecchio si fa esplicito riferimento alle “norme innovative e civili introdotte dalla Federazione Nazionale Hockey su Prato”. In allegato pdf, la trasmissione pervenuta a tutte le FSN e al CONI.

Il primo firmatario della proposta è stato Michele Pierguidi (PD), Presidente del Calcio Storico Fiorentino. Con lui, i colleghi di partito Francesco Bonifazi (che è anche parlamentare PD) e Leonardo Bieber, Presidente della Commissione Sport del Comune di Firenze. La proposta è stata accolta all’unanimità dall’assemblea, con l’eccezione del solo voto contrario di Marco Semplici, della lista di centrodestra “Cittadini per Firenze”.

Nella immagine a corredo di questa notizia, un estratto di quanto riportato oggi nella rubrica SPY CALCIO di Fulvio Bianchi (Repubblica). Per leggere integralmente la rubrica CLICCA QUI .

In coda, invece, screenshot della news comparsa sul sito di RAISPORT

---

CONSIGLIO COMUNALE

 

Risoluzione n. 00908/2013 approvata dal Consiglio comunale

nella seduta dell’11 novembre 2013

“Per introdurre lo ius soli sportivo nei regolamenti delle varie discipline sportive in Italia”

 

 IL CONSIGLIO COMUNALE

 

PREMESSO che l’assenza di una legge nazionale sullo ius soli è fonte di notevoli ostacoli burocratici per le società sportive italiane e per gli atleti, soprattutto giovani, che non sono in possesso della cittadinanza italiana, nonché di penalizzazione e discriminazione per quei ragazzi che in Italia sono nati e cresciuti, ma che lo Stato ancora non riconosce come cittadini (almeno non fino al compimento del diciottesimo anno di età);

 

PRESO ATTO che la Federazione Nazionale Hockey su Prato ha recentemente approvato una sorta di ius soli sportivo, per cui la federazione considererà italiani a tutti gli effetti i giocatori di origine straniera ma nati in Italia e che dalla prossima stagione per questi ragazzi non ci sarà più alcuna discriminazione ai fini dell’impiego nei vari campionati;

 

PRESO ATTO, inoltre, che al momento del primo tesseramento per qualsiasi società di hockey, gli atleti di origine straniera ma nati in Italia acquisiranno lo status di giocatori italiani e che il provvedimento si applicherà tanto ai minorenni che militano nelle giovanili, quanto ai maggiorenni ancora sprovvisti di cittadinanza;

 

RITENUTO che tali nuove norme regolamentari siano da considerarsi positivamente sia sotto l’aspetto dell’eliminazione di farraginose procedure ed atti burocratici per l’accesso e la pratica dell’attività sportiva, nonché di penalizzazioni e discriminazioni che attualmente colpiscono giovani atleti di origine straniera ma nati in Italia ed ormai inseriti nel contesto culturale, sociale ed educativo del nostro Paese;

 

CONSIDERATO che le federazioni sportive hanno facoltà di regolamentare le proprie discipline e pertanto potrebbero adeguare i propri regolamenti alle norme innovative e civili introdotte dalla Federazione Nazionale Hockey su Prato;

 

 

CHIEDE AL PRESIDENTE NAZIONALE DEL CONI E AI PRESIDENTI DELLE FEDERAZIONI SPORTIVE NAZIONALI

 

Di modificare tutti i regolamenti delle varie discipline sportive, ognuno per le proprie competenze e così come già fatto dalla Federazione Nazionale Hockey su Prato, introducendo nelle norme lo ius soli sportivo che consenta di considerare italiani a tutti gli effetti i giocatori di origine straniera ma nati in Italia;

 

 

CHIEDE AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

 

 

Di trasmettere la presente risoluzione ai soggetti sopra richiamati e di informare il Consiglio Comunale sugli esiti delle richieste ivi contenute.

 

 

Palazzo Vecchio, 11 novembre 2013


----

Trasmissione_risoluzione.pdf

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); JCEMediaBox.init({popup:{width:"",height:"",legacy:0,lightbox:0,shadowbox:0,resize:1,icons:1,overlay:1,overlayopacity:0.8,overlaycolor:"#000000",fadespeed:500,scalespeed:500,hideobjects:0,scrolling:"fixed",close:2,labels:{'close':'Chiudi','next':'Successivo','previous':'Precedente','cancel':'Annulla','numbers':'{$current} di {$total}'},cookie_expiry:"",google_viewer:0},tooltip:{className:"tooltip",opacity:0.8,speed:150,position:"br",offsets:{x: 16, y: 16}},base:"/",imgpath:"plugins/system/jcemediabox/img",theme:"standard",themecustom:"",themepath:"plugins/system/jcemediabox/themes",mediafallback:0,mediaselector:"audio,video"}); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });